CONGRESSO NAZIONALE DEI PAESAGGI RURALI STORICI ITALIANI

Complesso di Sant’Apollonia via San Gallo 25/a, Firenze 5-7 novembre 2021

I prossimi 5-6-7 novembre si terrà presso l’Auditorium del Complesso di Sant’Apollonia a Firenze il primo Congresso nazionale dei Paesaggi Rurali Storici Italiani. In questa occasione i rappresentanti dei 27 paesaggi ad oggi iscritti al Registro nazionale dei paesaggi rurali di interesse storico, delle pratiche agricole e delle conoscenze tradizionali, istituito presso il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF) con Decreto n. 17070/2012, faranno conoscere il proprio territorio mettendo in luce unicità, prodotti, cultura e tradizioni che lo contraddistinguono.

L’evento rappresenta l’occasione per sottolineare l’importanza della conservazione di sistemi agricoli legati a produzioni di qualità, cultura, conoscenze tradizionali, biodiversità e qualità del paesaggio. Si tratta di modelli di agricoltura resilienti che hanno dimostrato di sapersi adattare a climi ed ambienti diversi e mutevoli, alle trasformazioni socio-economiche, ed in grado di rappresentare un modello di sviluppo rurale competitivo e sostenibile legato al paesaggio rurale, uno dei valori più importanti del patrimonio culturale e ambientale nazionale che riguarda il 90% del territorio italiano. Il convegno vuole discutere le potenzialità, criticità e vulnerabilità che minacciano l’attività agricola in queste aree dove le radici storiche sono ancora forti, ed il loro ruolo in vista del Green Deal Europeo, il PNRR e la nuova Politica Agricola Comunitaria. Il convegno consentirà anche di affrontare i collegamenti con il programma mondiale FAO sulla conservazione del patrimonio agricolo mondiale (GIAHS) e con la World Heritage List dell’UNESCO.

Oltre che per gli obiettivi di rafforzare la comunità dei paesaggi rurali storici riconosciuti dal MIPAAF e di sensibilizzare maggiormente la governance multilivello, l’evento costituirà la cornice per una importante iniziativa, ovvero, la costituzione dell’Associazione dei Paesaggi Rurali Storici d’Italia.

FORM DI PRENOTAZIONE

Per la partecipazione al congresso è necessaria l'esibizione del Green Pass e il rispetto delle norme anti contagio

Comitato Organizzatore

  • Prof. Mauro AGNOLETTI, Segreteria tecnico-scientifica Osservatorio nazionale del Paesaggio Rurale (ONPR) del MIPAAF
  • Prof. Tiziano TEMPESTA, Esperto scientifico Osservatorio nazionale del Paesaggio Rurale (ONPR) del MIPAAF
  • Dott. Giuseppe BARBERA, Esperto scientifico Osservatorio nazionale del Paesaggio Rurale (ONPR) del MIPAAF
  • Dott.ssa Federica ROMANO, Consulente Programma Globally Important Agricultural Heritage Systems (GIAHS) della FAO e Horizons S.r.l.
  • Dott.ssa Martina VENTURI, Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agrarie, Alimentari, Ambientali e Forestali (DAGRI), Università di Firenze
  • Luca FABBRI, Consulente Horizons S.r.l. e Membro della Consulta Nazionale dei Distretti del Cibo
  • Dott. Antonio SANTORO, Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agrarie, Alimentari, Ambientali e Forestali (DAGRI), Università di Firenze

Mostra “Alla scoperta dei potenziali siti GIAHS italiani e mondiali”  

Durante tutta la durata del Congresso sarà possibile visitare la Mostra “Alla scoperta dei potenziali siti GIAHS italiani e mondiali” che presenta siti potenziali italiani e mondiali iscrivere al Programma Globally Important Agricultural Heritage Systems (GIAHS) istituito presso l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO). L’obiettivo dell’iniziativa è salvaguardare paesaggi creati e gestiti nel tempo da agricoltori e pastori, attraverso pratiche tradizionali, che forniscono servizi eco-sistemici alle comunità locali, che conservano una grande agro-biodiversità e conoscenze ancestrali trasmesse attraverso le generazioni, in modo tale da supportare le comunità locali e la loro identità culturale. 

 La Mostra è organizzata nell’ambito delle attività del progetto “GIAHS Capacity Building”, finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) e che vede coinvolto il Dipartimento di Scienze e tecnologie agrarie, alimentari, ambientali e forestali (DAGRI) dell’Università di Firenze in qualità di soggetto attuatore e Polo universitario città di Prato (PIN) in qualità di partner. Il progetto mira a promuovere la conoscenza dei sistemi agricoli tradizionali attraverso attività di formazione e ricerca e ha istituito un master internazionale di I° livello presso il DAGRI in Agricultural Heritage Systems per formare professionisti provenienti dai Paesi Prioritari AICS in grado di identificare e gestire i siti GIAHS assicurando il mantenimento delle conoscenze tradizionali, della agro-biodiversità, dei valori culturali delle comunità locali e delle caratteristiche del paesaggio.  

Landscape Unifi